Login
Menu'

Scuola

Step by Step:  
Teoria - Cultura - Tecnica - Condivisione -Supervisione

All’interno della scuola, l’attività di R.E.T.I. prevede l’affiancamento e la formazione di insegnanti di sostegno, educatori e studenti con disabilità con l’obiettivo di trovare nelle tecnologie digitali un valido strumento adattabile alle specifiche esigenze dell’insegnante e dello studente, per lavorare sugli obiettivi e favorire l’apprendimento e l’inclusione scolastica dell’alunno. 

QUALE CONTESTO
In una società in cui le tecnologie informatiche sono diventate strumenti della quotidianità, la scuola ha un ruolo strategico fondamentale nel renderne l’utilizzo una risorsa nella direzione dell’inclusione, che contrasti il rischio di un “appiattimento” del pensiero che porta all’uso passivo e inconsapevole. 

QUALE FORMAZIONE
In merito al rapporto tra tecnologie informatiche e disabilità, troppo spesso ci si accontenta di dare alle figure educative una sommaria formazione tecnica di base, dimenticando che il percorso che porta un ausilio a diventare strumento comincia innanzitutto con una formazione di tipo culturale. Occorre far capire ad insegnanti ed educatori che non gli si chiede di diventare dei tecnici, ma di utilizzare una tecnologia per potenziare le proprie, personali competenze educative. Se non si lavora in questa prospettiva, la figura educativa percepirà sempre le ICT come qualcosa che non gli appartiene, e non le userà nella sua progettazione, adattando ogni volta i percorsi e le soluzioni allo studente a cui fornisce il proprio sostegno. 

QUALE PROSPETTIVA
La proposta formativa dedicata alle scuole prevede la creazione di un programma condiviso con la struttura scolastica per realizzare dei percorsi di educazione e didattica adattata con le tecnologie informatiche che permettano all’insegnante di sostegno o alle figure educative che seguono lo studente con disabilità di favorire il suo apprendimento e la sua inclusione scolastica e sociale attraverso le metodologie proposte da R.E.T.I., coinvolgendo in questo percorso anche i docenti curricolari, le famiglie e gli stessi studenti, sfruttando la rete per “essere” rete. L’idea che si vuole proporre prevede un primo momento iniziale di formazione su aspetti teorici, culturali e tecnici, con attività guidate di pratica creativa secondo le modalità di lavoro proprie di R.E.T.I, per poi lavorare sulle specifiche situazioni presenti all’interno della scuola, impostando delle prime attività da realizzare

Step 1 - Formazione teorica

Il rapporto tra educazione e informatica, così come quello tra educazione e media, è storicamente complesso. Paradossalmente, la presenza massiccia di tecnologie informatiche nella quotidianità di ciascuno di noi, nonostante abbia favorito lo sviluppo nella maggior parte degli individui di numerose competenze orizzontali con dispositivi quali computer, tablet e smartphone, non ha avuto come conseguenza l’adozione quotidiana di queste tecnologie da parte del mondo della scuola nello svolgimento delle proprie attività formative ed educative.

Le motivazioni di questo stato di cose sono ovviamente molteplici, ma certamente uno degli ostacoli principali è la tendenza a considerare le tecnologie informatiche accessibili solo a fronte di un’elevata capacità tecnica nel loro utilizzo.
Una convinzione assolutamente errata e figlia di un’impostazione formativa che predilige il trasferimento di competenze tecniche rispetto all’educazione sugli aspetti culturali legati a queste tematiche.
Da qui l’importanza di partire da una formazione teorica che favorisca la creazione di una mentalità esplorativa che permetta di massimizzare le attività dei successivi step. 

Step 2 - Formazione culturale

Riflessione di gruppo su buone pratiche già messe in atto assieme a studenti con disabilità che lavorano con le tecnologie informatiche a scopo inclusivo attraverso le modalità di R.E.T.I.

Step 3 - Formazione tecnica

Formazione teorica e attività pratica sull'utilizzo di hardware, software opensource ed applicazioni web di utilizzo quotidiano per lo svolgimento autonomo di attività con gli studenti con disabilità.

Step 4 - Studenti al centro

Lavoro a piccoli gruppi sulle specifiche necessità e potenzialità degli studenti con disabilità con cui le figure educative dovranno poi lavorare nel corso dell'anno scolastico.

I partecipanti saranno stimolati a ipotizzare dei possibili percorsi educativi che prevedano l’uso delle tecnologie informatiche nelle modalità apprese durante i precedenti step della formazione.
L'obiettivo è arrivare ad un confronto che permetta lo sviluppo di alcune prime attività concrete da attuare con gli studenti con disabilità della scuola.

Step 5 - Condivisione

Imparare a condividere il lavoro svolto per documentare ed includere.
Documentare attraverso la multimedialità per aumentare le informazioni a disposizione delle professionalità che si occupano del sostegno allo studente.
Condividere per favorire reali processi inclusivi con la classe e per coinvolgere amici, colleghi, familiari nel percorso scolastico dello studente.  

Step 6 - Supervisione

Ogni formazione corre sempre il rischio di rimanere un momento isolato nel percorso di chi la frequenta.
In questo caso, trattandosi di una formazione con molti momenti di pratica attiva, e che ha l’obiettivo di stimolare l’attuazione di percorsi concreti con gli studenti, è impostante sottolineare l’importanza di dare un seguito al lavoro svolto fino a questo punto.

Durante l’anno scolastico si svolgeranno degli incontri di supervisione sulle attività svolte assieme agli studenti utilizzando le tecnologie informatiche.
Questi momenti coinvolgeranno a piccoli gruppi studenti e insegnanti, per riflettere, migliorare, correggere e approfondire il lavoro svolto. 

Contattaci:

Se lavori in nell'ambiente scolastico contattaci per realizzare un percorso di formazione sulle metodologie R.E.T.I. rivolto a insegnanti ed educatori e studenti.



Loading…

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK